FANDOM


Gran Gay Al è un omosessuale stereotipato che è apparso per la prima volta nell'episodio 1x04 "Gay è bello". È conosciuto per il suo comportamento effemminato e positivo. È doppiato da Renato Novara.

Biografia Modifica

Rifugio per animali omosessuali Modifica

Nella sua prima apparizione in 1x04 "Gay è bello", gestiva un rifugio per animali omosessuali che erano stati rifiutati dai proprietari omofobici. Ha temporaneamente adottato Sparky, il cane omosessuale di Stan Marsh, che era scappato di casa dopo che Stan si era arrabbiato con lui. Stan andò a recuperare il suo cane e Gran Gay Al accettò di restituirlo, ma solo dopo aver spiegato l'omosessualità a Stan, affermando che non c'è niente di male nell'essere gay. Più tardi nell'episodio, il suo ampio rifugio si trasforma in una ventiquattrore e vola via, ma i vari animali sono rimasti, e sono stati ripresi dai loro proprietari, a cui erano mancati molto.

Intrattenimento Modifica

Ha avuto un ruolo minore in South Park - Il film: più grosso, più lungo & tutto intero, dove viene rivelato che è in realtà una celebrità. È stato co-presentatore e animatore dello spettacolo USO delle truppe, in cui ha eseguito il proprio numero musicale, "I'm Super".

Caposcout Modifica

In seguito, Al ha assunto la posizione di Caposcout della truppa 69, dal momento che era stato negli scout da quando aveva nove anni. Tuttavia, i genitori dei bambini erano a disagio per un Caposcout gay, e il club lo ha licenziato. I ragazzi, tuttavia, non amavano il loro nuovo Caposcout e si erano radunati per far tornare Al; Gloria Allred e altri costrinsero gli scout a riaccettarlo. Tuttavia, Al ha rifiutato, dichiarando che sa che i Capiscout sono ancora buoni uomini, e dal momento che gli scout sono un club privato, dovrebbero avere il diritto di escludere le persone se lo desiderano, così come lui stesso ha il diritto di esprimersi come un omosessuale.

Aspetto Modifica

Al indossa una camicia hawaiana rosa con fantasie colorate, aperta nella parte superiore che espone il capezzolo sinistro, un fazzoletto blu intorno al collo, pantaloni di velluto a coste marroni e scarpe nere. Porta un orologio verde al polso destro e un braccialetto verde a quello sinistro. La sua pelle è molto abbronzata. Ha i capelli castani, le ciglia lunghe, dei baffetti e le labbra rosa.

Personalità Modifica

È un omosessuale stereotipato: ottimista, felice, effemminato e spesso sfarzoso. Sembra essere molto compassionevole per le cose che ama, come salvare gli animali omosessuali (1x04 "Gay è bello") ed essere negli scout (5x02 "Combattimento a stampelle"). Al suo debutto, viene mostrato come fumatore.

Relazioni Modifica

Sig. Maso Modifica

Nell'episodio 9x10 "Segui quell'uovo!", Gran Gay Al ha iniziato una relazione con il Sig. Maso, l'ex-fidanzato / schiavo sessuale del Sig. Garrison. Maso aveva interrotto la relazione con Garrison quando quest'ultimo ha cambiato sesso. Poco dopo, il Sig. Maso e Al si sono fidanzati ed erano pronti a sposarsi. Garrison, quando sentì la notizia, giurò che avrebbe fatto abolire la legge che consentiva il matrimonio gay perché voleva avere indietro il Sig. Maso; quando ha fallito, Al e Maso si sono sposati.

Nell'episodio 13x12 "La parola che inizia per F", il Sig. Maso e Gran Gay Al sono i primi a vedere i tentativi dei ragazzi di sbarazzarsi dei motociclisti con le Harley locali, scrivendo "Fags Get Out!" ("Froci andatevene"). Inizialmente, sono entrambi addolorati e inorriditi dalle scritte, fino a quando si rendono conto che i ragazzi non intendevano nulla di dispregiativo nei confronti degli omosessuali, bensì stavano invece usando il termine "frocio" per indicare i motociclisti delle Harley, affermando poi che "Si può essere gay, e non un frocio". Al e Maso hanno entrambi contribuito a cambiare la definizione di "frocio" da una persona gay, ad un fastidioso motociclista con la Harley.

South Park: Il Bastone della Verità Modifica

In South Park: Il Bastone della Verità, Gran Gay Al non appare fisicamente nel gioco, ma il Novellino può fare amicizia su Facebook con lui rispondendo alla sua chiamata al cellulare che si trova nel retto del Sig. Maso.